[2008-01] Gennaio 2008 I.S.S. Mission Log
Il diario mensile della vita di bordo sulla Stazione Spaziale Internazionale.

DIARIO DI BORDO DEL MESE DI GENNAIO 2008

Proseguono le manutenzioni

Agli inizi di Gennaio, Whitson e Tani hanno sostituito un letto adsorbente esausto Desiccant/Sorbent Bed dell'American Carbon Dioxide Removal Assembly (CDRA). Questo letto adsorbente esausto, che dovrà ritornare sulla Terra per il suo trattamento, è stato osservato contenere un significativo contenuto di Zeolite nella valvola di selezione dell'aria alle uscite sia del letto essiccante che di quello adsorbente. Il nuovo letto installato ha un design modificato che impedisce l'ingresso di Zeolite che, come detto, contamina i sottocomponenti del CDRA.

Malenchenko ha lavorato sui problemi del circuito di riserva di condizionamento dell'aria del modulo Zvezda (la NASA ha detto che il circuito primario era off-line da tempo).

Il 2 Gennaio, la NASA ha riferito che Whitson e Tani hanno trascorso diverse ore pigliando “la scopa dal ripostiglio”. I due hanno aperto il Pressurized Mating Adapter 3 che era agganciato al boccaporto di nadir del Nodo Unity per ritirare il (BMRMM o Bearing Motor Roll Ring Module, soprannominato scherzosamente dall'equipaggio “broom”, appunto “scopa” in italiano n.d.t.) di ricambio, che sarebbe andato a sostituire quello guasto della Beta Gimbal Assembly 1A esterna, sul traliccio S4, nel corso di un'EVA che è stata aggiunta al programma per la fine di Gennaio.

Il 7 Gennaio Malenchenko e Whitson hanno dato inizio a tre giorni di manutenzioni sulle tre tute russe da EVA Orlan, nell'airlock Pirs. Nel corso di questo stesso mese, Tani ha svolto lo stesso tipo di lavoro sulle tute EMU, nell'airlock americano Quest.

Il 9 Gennaio Whitson ha equipaggiato il portello superiore del Nodo Unity con una Negative Pressure Relief Valve per proteggere il portello dallo “sfiato” durante le depressurizzazioni. L'ente spaziale americano ha spiegato che il portello sfiata quando si flette temporaneamente perdendo tenuta, per via del differenziale di pressione che agisce nella direzione “sbagliata”, ovvero dalla parte opposta a quella in cui la porta premendo, agisce sulle guarnizioni.

Il 10 Gennaio Whitson e Tani hanno sostituito una valvola difettosa dell'Internal Thermal Control System dell'EXPRESS Rack 1, riportando la Rack ed i suoi esperimenti alla piena funzionalità. La perdita nella Rack era stata identificata sul finire del 2005, e la principale sospettata era appunto la valvola sostituita. Questa anomalia aveva impattato significativamente sugli esperimenti scientifici.

Nel corso di questi primi giorni di Gennaio Malenchenko ha indossato una nuova tuta a pressione/stress denominata Penguin-3, dotata di un sistema di misurazione del carico. Nel corso di ciascuno dei cinque giorni di test, Malenchenko ha indossato la tuta con dei carichi crescenti direttamente sulle sue spalle e sul torace. Questa tuta, una versione migliorata della storica tuta Penguin, è tata ideata “per mantenere il tono muscolare durante le missioni a lunga durata, ed anche per mantenere stabile la normale altezza dei membri dell'equipaggio in modo da facilitare il loro inserimento nel seggiolino Kazbek della Soyuz”.

Reboost

Il 12 Gennaio 2008, alle 00:42 GMT, sono stati azionati i motori del modulo Zvezda per 118 secondi, per rifinire l'orbita del Complesso in vista del lancio della missione STS-122. La manovra ha incrementato la quota media di volo della Stazione di 5,3 Km. Il 18 Gennaio Malenchenko ha lavorato per preparare l'avionica e l'equipaggiamento di navigazione del modulo Zvezda che sarebbe stato utilizzato per la manovra di approccio e docking del veicolo cargo automatico europeo ATV, il cui lancio è previsto per il 22 Febbraio, mentre il docking con il boccaporto posteriore del modulo Zvezda è previsto per il 15 Marzo.

La settimana seguente, il cosmonauta ha proseguito il lavoro di preparazione per l'arrivo dell'ATV, ed ha aiutato Tani a smantellare il sistema automatico Kurs dalla Progress M-62, prima del distacco del veicolo cargo dal Complesso, che avverrà il 4 Febbraio. Nel frattempo sono proseguite le operazioni di carico del veicolo cargo con rifiuti e materiale usato. L'aria presente nei suoi serbatoi è stata pompata negli ambienti dell'ISS, mentre il generatore russo di ossigeno Elektron è stato mantenuto spento per preservarne il tempo di vita. Tani ha anche completato i tests su un nuovo sistema televisivo giapponese ad alta definizione che verrà utilizzato per inviare sulla Terra i filmati relativi alle attività di bordo tramite i satelliti per telecomunicazioni TDRS.

Il 25 Gennaio Whitson e Tani, utilizzando la consolle robotica del Destiny, hanno guidato il braccio manipolatore Canadarm2 per farlo muovere da un punto di aggrappaggio sul Nodo Harmony ad un punto omologo sulla Mobile Base System situata sul transporter montato sulle rotaie dell'enorme traliccio centrale della Stazione Spaziale Internazionale. Il transporter è stato quindi spostato su una posizione del traliccio, da cui la telecamera del Canadarm2 è stata in grado di riprendere il SARJ esterno.

Il 26 e 27 Gennaio, i controllori di Houston hanno comandato al braccio di riprendere delle zone specifiche del SARJ, ad uso e consumo degli ingegneri americani. Nel corso dell'ispezione, ha spiegato una nota della NASA, il SARJ è stato fatto ruotare di 12 gradi ogni cinque minuti, completando l'intera rotazione nell'arco di otto orbite dell'ISS. Nel frattempo l'equipaggio ha continuato i preparativi per l'EVA del 30 Gennaio, ripassando le procedure e preparando le tute EMU.

La Stage EVA-14, condotta dall'airlock Quest da Peggy Whitson e Dan Tani il 30 Gennaio, aveva l'obiettivo di sostituire un motore guasto situato alla base dei pannelli solari esterni. Il motore, denominato Bearing Motor Roll Ring Module (BMRRM – o scherzosamente “broom”), guida i pannelli solari esterni sollevandoli lungo il loro asse principale per seguire il Sole ottimizzando il loro potere generante, mentre la Stazione orbita la Terra. Il motore “broom” fa parte del Beta Gimbal Assembly (BGA), che ha avuto un guasto elettrico l'8 Dicembre scorso. La rimozione e la sostituzione del S4-1A BMRRM della massa di 108 Kg, ha richiesto tre ore di lavoro, incluse le pause durante la parte illuminata dell'orbita, visto che tutte le principali attività relative alla sostituzione del BMRRM sono avvenute nel corso dei periodi di buio orbitale, quando la quantità di energia elettrica generata dai pannelli solari è minima. Il Mission Control di Houston ha riferito di una buona continuità elettrica sul nuovo BMRRM.

Mentre Whitson e Tani erano ancora fuori, i controllori del volo hanno completato prima una rotazione di tre gradi, poi una completa di 360 gradi dei pannelli solari.

La NASA ha riferito che un problema di comunicazione sulla banda-S, all'inizio dell'EVA, è stato risolto con lo spegnimento e la riaccensione di un Baseband Signal Processor. La perdita delle comunicazioni è avvenuta prima che l'equipaggio entrasse nella fase critica delle operazioni, ed il problema è stato risolto in tempo da influenzare solo minimamente la timeline dell'EVA.

Il secondo obiettivo dall'EVA prevedeva un'ulteriore dettagliata ispezione del SARJ esterno, che fa muovere l'ala dei pannelli solari permettendo a loro di seguire la luce solare. Le ispezioni precedenti avevano rivelato delle contaminazioni e la presenza di detriti nel giunto. Otto delle rimanenti 13 coperture sono state rimosse per permettere l'ispezione, che ha incluso una ricognizione fotografica ed il campionamento del materiale superficiale con del nastro adesivo. Il BMRRM è stato riportato nell'ISS, dove è stato stivato per la sua spedizione sulla Terra con il primo Shuttle disponibile.

Il cosmonauta russo Yuri Malenchenko ha assistito Whitson e Tani nelle operazioni di vestizione, dopo che i due avevano passato la notte nell'airlock Quest nella ormai assodata operazione di “camp out”. Il cosmonauta ha anche fornito altro supporto ai due. L'astronauta Tom Marshburn, situato nella sala di controllo di Houston, è stato il Ground Intravehicular Officer, fungendo da coreografo della spacewalk.

La 101esima EVA del Programma ISS del 30 Gennaio è stata completata con successo in sette ore e 10 minuti. Nel corso di questa EVA, Peggy Whitson ha stabilito il nuovo record di tempo aggregato di EVA per una donna, raggiungendo le 39 ore e 46 minuti, accumulate nel corso di sei escursioni.

 

Valid XHTML and CSS.

Questo sito utilizza i cookies. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o continuando a navigare nel sito si accetta implicitamente l’utilizzo degli stessi. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information